Le emorroidi rappresentano un problema più frequente di quanto si pensi. In Italia, a soffrirne è il 15% della popolazione adulta, over 50.

Le emorroidi sono dilatazioni dei plessi venosi situati in corrispondenza dei tessuti dell’ultimo tratto del retto e dell’ano, l’aspetto e la consistenza di cuscinetti pieni di vasi sanguigni svolgono un ruolo importante nel ricambio di sangue a livello dell’ano e possono ingrossarsi causando dolore.

Emorroidi esterne cause: come abbiamo visto, le cause possono essere varie, ma rimane un’evidenza scientifica che le emorroidi sono la conseguenza di un prolasso o della distensione delle pareti venose. La pressione patologica che si viene a formare tra le pareti, determina la durezza delle emorroidi.

Ad eccezione di casi legati ad uno stato temporaneo, come la gravidanza, le emorroidi possono associarsi a malattie cardiache o essere considerate un segno precoce di altre patrologie, proprio perché esse sono prima di tutto, una patologia venosa.

Le emorroidi possono essere interne o esterne, a seconda del punto interessato.

Nello specifico le emorroidi interne non fuoriescono dal canale rettale e si collocano al di sopra degli sfinteri che regolano l’apertura del retto, nella membrana mucosa sottostante. La loro posizione le rende visibili dall’esterno solo in alcuni momenti, precisamente quando il paziente esercita una pressione per facilitare l’espulsione delle feci.

Al contrario, le emorroidi esterne si collocano nel tessuto sottocutaneo degli sfinteri e pertanto, sono visibili dall’esterno. La causa emorroidi esterne è, appunto, un prolasso dei tessuti.  Il loro colore è solitamente rossastro tendente al blu, la loro consistenza può essere più o meno dura a seconda dello stato del coagulo interno.

Come eliminare emorroidi esterne? In passato era molto diffuso l’intervento chirurgico, che prevedeva l’esportazione delle emorroidi o la loro “legatura” allo scopo di necrotizzarle. Tale intervento, doloroso e con tempi di recupero molto lunghi, non garantisce il pieno ripristino delle funzionalità. Tanto è che sono numerosi i casi di recidiva. Anche la diffusione di Erboristeria emorroidi e rimedi naturali di vario genere non porta i risultati sperati, poiché si tratta di rimedi palliativi e non definitivi.

Richiedi informazioni: